img_big
News

Roma: 17 anni allo stupratore seriale dei box

Diciassette anni di carcere. E’ la condanna emessa dalla VII sezione del Tribunale di Roma presieduta da Aldo Scivicco nei confronti di Luca Bianchini, il ragioniere di 34 anni accusato di essere lo stupratore seriale di Roma. L’uomo è accusato di tre violenze sessuali avvenute in box condominiali alla periferia della Capitale tra l’aprile e il luglio del 2009.La VII sezione ha inflitto una pena superiore a quella richiesta dal pm, Antonella Nespola, che aveva chiesto 15 anni di reclusione. Le aggressioni a sfondo sessuale avvennero tutte in box auto in quartieri residenziali di Roma periferici, all’Ardeatino e alla Bufalotta. Bianchini, che all’epoca era anche dirigente di un circolo del Pd a Roma, si è sempre dichiarato innocente. Ad incastrarlo anche l’esame del Dna.(nella foto il materiale sequestrato a casa di Bianchini)

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo