img_big
Cronaca
Minorenne attacca l’uomo in strada colpendolo alla schiena e ad una mano

Ebreo ferito a Marsiglia con un machete, l’aggressore: “Ho agito per l’Isis”

Un minorenne, che secondo la polizia potrebbe avere problemi psichici, ha attaccato con un machete un insegnante ebreo che portava la kippah in una strada di Marsiglia, ferendolo leggermente alla schiena e a una mano. Il giovane, che è scappato di corsa lasciando cadere l’arma, è stato fermato poco lontano da alcuni agenti, a cui avrebbe rilasciato dichiarazioni confuse e incoerenti. Si tratterebbe, secondo quanto riferito dal procuratore della Repubblica Brice Robin, di “un giovane di nazionalità turca e di origine curda, sconosciuto ai servizi di polizia e di informazione”. Per il magistrato si tratta “chiaramente di un’aggressione a carattere antisemita” con una “forma di premeditazione”. La famiglia del ragazzo (che a quanto pare avrebbe solo 16 anni) sembra “ignorare completamente la radicalizzazione tramite Internet“. Secondo quanto riferito dai media francesi, sembra che il giovane abbia detto di aver agito “per Allah” e “per lo Stato Islamico“.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo