CINEMA "Quo vado?" fa il botto anche in Piemonte con quasi 50mila spettatori in tre giorni

Checco Zalone batte “Star Wars”. «Ho pensato solo a fare ridere»

Checco Zalone e il suo “Quo vado?“, un suc­cesso annunciato, ver­rebbe da dire, vista la casa di produzione (la Taodue di Pietro Valsecchi) e la distri­buzione (Medusa). Nomi che sono una garanzia in quanto a comunicazione e pubblicità. Ma, dati alla mano, i risultati raggiunti dal Checco nazionale vanno ben oltre qualsiasi previsione o mossa di marketing. Il regista pugliese è riuscito a guadagnare nei primi tre giorni di proiezioni la bellezza di 22 milioni di euro, e anche strin­gendo il cerchio al solo Piemonte i numeri sono davvero esorbitanti e battono di gran lunga il botto fatto da “Star Wars” nel periodo natali­zio. Secondo i dati forniti dall’Agis, infatti, dal 1 gennaio (giorno dell’uscita del film) a do­menica 3, “Quo vado?” è stato vi­sto in Piemonte da 49.323 perso­ne, mentre il settimo episodio del­la saga di “Star Wars”, dal 16 di­cembre (giorno dell’uscita) al 20, è stato visto da 30.811 persone: cir­ca ventimila presenze in meno in un arco di tempo maggiore. 

CORRI IN EDICOLA E ACQUISTA CRONACAQUI PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO E VEDERE LE FOTO

 

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single