img_big
News

Ricatti sessuali ai Kennedy: così la mafia voleva incastrarli usando Frank Sinatra e il suo ‘giro’ di donne

L’Fbi ha appena pubblicato un documento del dossier su Ted Kennedy che mostra che l’agenzia federale indagò sulla possibilità che la mafia volesse usare Frank Sinatra per cogliere i fratelli Kennedy in situazioni sessuali ricattabili con donne del “giro” del famoso cantante. L’informazione era giunta al quartier generale dell’Fbi a Washington da agenti dell’ufficio di Milwaukee. La voce raccolta da un informatore “solitamente affidabile” era che la mafia cercasse un modo per vendicarsi di Bob e Ted Kennedy dopo l’offensiva di Bob, come Attorney General, contro il crimine organizzato. Il documento, che risale al 1965, cerca di trovare conferma che la mafia intendesse sfruttare i suoi contatti con il clan Sinatra per usare donne per porre Bob e Ted Kennedy in situazioni compromettenti e ricattabili. Nel mirino della mafia c’era anche Peter Lawford: l’attore, membro del clan Sinatra, era sposato a Patricia Kennedy. Ma il direttore dell’Fbi J.Edgar Hoover non riuscì mai a trovare conferma a tali informazioni. Le migliaia di pagine di dossier sono dominate dalle minacce di morte contro Ted Kennedy. Ma un altro documento del dossier riporta la voce di festini in un hotel di New York con la partecipazione (in occasioni diverse) dei tre fratelli Kennedy, Frank Sinatra e Marilyn Monroe.

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo