img_big
News

Osama Bin Laden minaccia gli Usa, un “Rambo” americano va in Pakistan per decapitarlo

Voleva uccidere Osama Bin Laden, lo sceicco del terrore che soltanto ieri è tornato a minacciare con un messaggio gli Usa,tagliargli la testacon la spada che portava con sè quando la polizia l’ha bloccato mentre cercava di varcare la frontiera tra Pakistan e Afghanistan. “Sono in missione”,ha detto lo statunitense Gary B. F. agli agenti. “Devo decapitare Osama e i suoi quattro complici che minacciano costantemente l’America”.Stando a quanto riportato dai media locali, l’aspirante Rambo era arrivato in Pakistan il 2 giugno e aveva affittato una stanza in un albergo. Da domenica se ne erano perse le tracce, ma dopo dieci ore di ricerche la polizia lo ha fermato nella valle di Kalash. E’ lì, sulle montagne al confine tra i due Paesi, che si sospetta si nasconda lo sceicco del terrore su cui pende una taglia del governo americano.L’americano, trovato in possesso di una spada, è stato trasferito a Peshawar ed è stato interrogato. Per ora non è stato ancora formalmente incriminato, ma resta a disposizione delle autorità locali. Stando a quanto emerso, si sarebbe recato nella regione almeno sette volte negli ultimi anni.

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo