img
Cronaca
L’INCHIESTA Aria da “bollino viola” come confermano le centraline: 73 sforamenti dei limiti di legge

Smog alle stelle, allarme a Torino. A dicembre l’inquinamento raddoppia

La cappa la si vede ad occhio nudo. Un’ombra inquietante che domina la città, un velo tanto sottile, quanto marcio, ereditato da quasi due mesi di siccità. Un’aria malata che ci penetra nei polmoni e piazza sulla Mole An­tonelliana un “bollino viola” per la sua pessima qualità. Un veleno che espone a rischi letali bimbi e anziani “over 70” in primis, se­condo l’Agenzia europea dell’Ambiente che ha calcolato come l’inquinamento dell’ar ia provochi ogni anno circa 84.400 morti premature in Italia, colpen­do soprattutto i più piccoli con allergie, asma e infezioni alle vie respiratorie, con un aumento del rischio di patologie cardiache e della circolazione sanguigna per gli anziani. Solo in Piemonte il Pm10 uccide circa 2.600 persone all’anno, secondo gli oncologi sa­rebbero stati 2.473 nel 2010.
Le previsioni sulle Pm10 per i prossimi giorni superano la so­glia di 100 microgrammi per me­tro cubo: il limite di legge è di appena la metà ed è stato sempre violato negli ultimi venti giorni. L’allerta massima si concentra sul fine settimana, con il tempo stabi­le e soleggiato che favorirà lo smog. I giorni di sforamento que­st’anno sono stati 73: la legge che ne prevede un massimo di 35.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo