img_big
Cronaca
59enne denunciato per commercio abusivo di materie esplodenti e per gestione irregolare del registro

Commerciante nasconde 300 chili di fuochi d’artificio in un solarium / FOTOGALLERY

Ha nascosto 300 chili di fuochi di artificio in un solarium in disuso, ma è stato scoperto dagli agenti della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Torino. Si tratta di un italiano di 59 anni a cui la Prefettura a novembre ha rigettato il rinnovo della licenza di deposito e vendita materiale pirotecnico. Ieri mattina, ai poliziotti che sono andati a controllarlo presso il suo negozio, l’uomo ha mostrato solo il materiale di libera vendita e che poteva detenere senza bisogno di una licenza. Gli agenti della Polizia di Stato, che avevano effettuato preventivi accertamenti, sapevano che il commerciante era in possesso di un altro locale commerciale e quando gliene hanno chiesto conto, l’uomo ha detto che il locale non era di sua proprietà ma che si sarebbe attivato per procurarsi le chiavi ed ha esortato gli operatori a tornare dopo qualche ora. Gli agenti, invece, lo hanno smascherato e il 59 enne è stato costretto ad aprire l’ex solarium. All’interno, erano stipate abusivamente numerosissime scatole contenenti artifizi pirotecnici il cui commercio richiede una specifica licenza. Inoltre, l’esame dei registri ha evidenziato irregolarità di gestione, in quanto l’uomo ha totalmente omesso di dichiarare la detenzione dei fuochi di artificio. Il 59 enne è stato denunciato per i reati di commercio abusivo di materie esplodenti e per la gestione irregolare del registro.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo