img
Spettacolo
ECCO MATISSE

Palazzo Chiablese capitale dell’arte come il Pompidou

Una predilezione per i colori primari, il giallo accostato al violetto, il rosso al verde, il blu all’arancio. Le forme semplifica­te e appiattite, una figurazione bidi­mensionale concepita per linee es­senziali, che rasentano l’astrattismo. È l’arte di Matisse, in mostra da oggi e fino al 15 maggio prossimo a Palaz­zo Chiablese, trasformato per l’occa­sione in «un piccolo Centre Pompi­dou », come sostiene la curatrice Cé­cile Debray, conservatore del Centro parigino. Provengono infatti quasi tutte dal complesso di Rue Beau­bourg 19, le 97 opere presenti nella rassegna inauguratasi ieri e intitola­ta “Matisse e il suo tempo“, dedicata al padre del Fauvismo e ai suoi con­temporanei. E se al tempo di Matisse erano attivi artisti come Picasso, Re­noir, Bonnard, Modigliani, Miró, De­rain, Braque, Marquet, Léger, si com­prende l’importanza di questa espo­sizione che, come sottolinea il sinda­co Fassino «dopo quella di Degas, Renoir, Monet e, il prossimo anno, Manet, ci caratterizza per la nostra attenzione sull’Impressionismo».

CORRI IN EDICOLA E ACQUISTA CRONACAQUI PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO E VEDERE LE FOTO 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo