img_big
News
CHIERI – I balordi volevano “ripulire” un’abitazione della zona collinare mentre il proprietario dormiva

Rapine in villa: gang messa in fuga dai carabinieri. Un arresto

In quattro, erano penetrati all’interno di una villa a Chieri, nella zona collinare del Torinese, dove dormiva il proprietario di casa (un 73enne, pensionato), per mettere a segno una rapina, ma sono stati “disturbati” dall’arrivo dei carabinieri, che hanno notato la loro Seat Leon parcheggiata davanti all’edificio e si sono insospettiti. La pattuglia di servizio antirapina ha notato, infatti, che l’automobile non era riconducibile a nessuno dei residenti della strada le cui targhe non corrispondevano al modello della macchina e così ha deciso di intervenire. La gang di banditi, alla vista dei carabinieri, si è data precipitosamente alla fuga saltando dalla finestra, e durante l’inseguimento, uno dei rapinatori ha minacciato i carabinieri con il cacciavite. Ma non tutti sono riusciti a farla franca. Uno dei componenti della gang, infatti, il 25enne nomade serbo D.J. è stato bloccato e arrestato dopo un inseguimento a piedi. Il giovane, nella caduta dalla finestra, si è procurato una frattura la braccio ed è stato ricoverato all’Ospedale “Maggiore” di Chieri, dove si trova tuttora piantonato. Le forze dell’ordine indagano su altre rapine analoghe avvenute negli ultimi giorni. E non si esclude che la banda messa in fuga a Chieri possa essere responsabile di altri colpi messi a segno nei giorni scorsi nella zona della collina torinese.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo