img_big
Politica
Lo sfogo sui social network del segretario della Lega Nord in Piemonte

Cota: “Riforme Renzi sono ritorno alla peggior prima Repubblica”

“Le riforme di Renzi sono il ritorno alla peggior prima repubblica”. E’ quanto scrive su Facebook Roberto Cota, segretario della Lega Nord in Piemonte. “Nei giorni scorsi – spiega Cota – è stato pubblicato il rapporto del Censis. Di solito abbiamo a che fare con analisi complicate e discorsi aulici. Questa volta, il succo é comprensibile. L’Italia di Matteo Renzi è in letargo esistenziale”. “Ma come – si chiede ancora l’esponente del Carroccio – Renzi dovrebbe essere l’innovatore, l’uomo del fare? Vale il detto ‘l’apparenza inganna’. Siamo diventati un paese dove si vive di pura cronaca e di ragionamenti di corto respiro”. Per Cota: “mentre il terrorismo diventa lo strumento di una vera e propria invasione, anche culturale, Renzi è l’artefice del buonismo più peloso e superficiale che si sia mai visto. Mentre le aziende chiudono, il governo invita genericamente ad avere fiducia e si dilapidano le potenzialità di una ripresa economica dove siamo una zavorra rispetto al resto del mondo. Mentre i giovani guardano con preoccupazione al futuro, si smantella lo stato sociale. Mentre in politica estera bisognerebbe costruire un fronte compatto contro il terrorismo, non si prendono le distanze dai paesi ambigui”. “Arrivando agli ultimissimi provvedimenti. Come nelle peggiori stagioni, di fronte ad una crisi che colpisce la gente, questo governo fa gli interessi dei potenti, banchieri di turno. Le riforme di Renzi, in realtà, sono il ritorno alla peggior prima repubblica” conclude.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo