img_big
Sport
Operazione “remuntada”: i bianconeri centrano il quinto successo consecutivo e agganciano il quarto posto

Dybala show: la Juventus affonda la Lazio 2-0 e infila il pokerissimo

Dybala, sempre lui. E’ ancora l’argentino a regalare i tre punti alla Juve, consentendo così ai bianconeri, di centrare il pokerissimo: la quinta vittoria di fila in campionato, alle spese della Lazio, battuta 2-0 a domicilio. Sì, l’ex Palermo è il vero protagonista della sfida dell’Olimpico. Un gol e…mezzo per lui. Che significano quarto posto praticamente agganciato e “remontada” più che avviata. Un gol e mezzo frutto di un autogol su suo tiro-cross dalla sinistra, dopo un erroraccio di Mauricio, e conseguente, maldestra deviazione alle spalle di Marchetti di Gentiletti dopo solo sette minuti. E di una sua prodezza al 30′: pallone servitogli sul destro da Mandzukic, controllo con la coscia e sinistro al volo che si insacca, basso, sulla sinistra del colpevole Marchetti. Gol da cineteca, quello del raddoppio. La Juve ha così lasciato le briciole ad una volenterosa ma sterile Lazio che nel primo tempo ha portato avanti qualche palla con Candreva, ha creato qualche situazione complicata, ma sostanzialmente non ha mai impensierito Buffon. Insomma non c’è stata quasi partita, sul piano delle occasioni da gol. Allegri, privo di Pogba, Khedira, Hernanes e Pereyra, aveva schierato Asamoah e Alex Sandro sul fronte sinistro della mediana, mentre davanti aveva confermato il duo Maksimovic-Dybala. L’autogol di Gentiletti ha certo dato una grossa mano ai bianconeri, i quali, però, va detto, hanno comunque meritato il vantaggio. Nella ripresa Pioli ha fatto due cambi: Keita e F. Anderson al posto di Candreva e Kishna. La Juve, con la propulsione di Alex Sandro sulla sinistra, ha tentato di chiudere la partita. La Lazio ha protestato per un intervento di Barzagli su Radu al limite destro dell’area bianconera. La squadra di Pioli è parsa più aggressiva. Ma la Juve, con Marchisio, Chiellini e i recuperi di Mandzukic, ha ben fronteggiato la situazione e in contropiede Dybala ha creato un brivido a Marchetti. Qualche spunto di F. Anderson, un tiro di Milinkovic, poi Allegri ha inserito Evra (Asamoah: buono il suo rientro). La Lazio? Tiri da lontano e nient’altro. Applausi a scena aperta per Dybala, sostituito da Cuadrado. E minuti finali per Morata (Mandzukic). Solo scaramucce e un tentativo (esterno rete) di Klose: la partita si era già decisa e chiusa nella prima frazione di gioco. La quinta vittoria consecutiva della Juve in campionato ha di fatto confermato che nel conto delle squadre che aspirano al successo finale, si può includere a pieno titolo anche la squadra bianconera. Allegri, secondo cui per entrare in zona scudetto occorrono 80 punti, ne ha ancora 69 a disposizione ed è quindi in grado di chiudere positivamente la “remuntada”. Con un Dybala così (l’argentino è già a quota sette gol segnati), una squadra ben ritrovata e il recupero degli infortunati, la Juve non può che proseguire la sua marcia di avvicinamento alla vetta. E la Lazio? Non vince ormai in campionato da sei giornate: l’ombra di Guidolin (o di altri) si potrebbe materializzare presto, al posto di Pioli, che non ha mai battuto la Juve, sua ex squadra da giocatore. Le aspettative biancocelesti sono andate deluse. E chi paga in questi casi è sempre il mister.
 
LAZIO – JUVENTUS 0-2
LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Radu; Biglia, Parolo; Candreva (1’st Felipe Anderson), Milinkovic-Savic (24’st Matri), Kishna (1’st Keita); Klose. A disp. Berisha, Guerrieri, Braafheid, Konko, Hoedt, Cataldi, Djordjevic. All. Pioli 
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Sturaro, Marchisio, Asamoah (24’st Evra), Alex Sandro; Mandzukic (37’st Morata), Dybala (35’st Cuadrado). A disp. Neto, Rubinho, Rugani, Lemina, Padoin, Vitale, Zaza. All. Allegri 
ARBITRO: Banti di Livorno 
MARCATORI: 7’pt autogol Gentiletti, 32’pt Dybala 
NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Gentiletti, Mandzukic, Mauricio, Radu, Parolo, Alex Sandro, Evra, Klose. Angoli: 6-1 per la LAZIO. Recupero: 3′; 4′ 
 
LA CLASSIFICA DI SERIE A
Napoli 31 
Inter 30 
Fiorentina 29 
Roma 27 
Juventus 27 *
Milan 23 
Sassuolo 23 
Torino 21 
Atalanta 21 
Lazio 19 *
Udinese 18 
Empoli 18 
Chievo 16 
Sampdoria 16 
Genoa 16 
Palermo 15 
Frosinone 14 
Bologna 13 
Carpi 9 
Verona 6 
* una partita in più 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo