img
Cronaca
IL CASO E’ nato a Torino il brevetto del “monoblocco” che impedisce le infiltrazioni

La «rivoluzione» del bagno è un’idea tutta piemontese

Il logo scelto per l’azienda, MasterDoccia, non poteva che es­sere il «nautilus», simbolo del mare e dei marinai, perché è dagli scafi navali, capaci di resistere alle peggiori tempeste, che viene un’idea rivoluzionaria per il set­tore dei sanitari da bagno e la trasformazione della vecchia va­sca in una doccia moderna, versa­tile, accessoriata e accessibile a tutti. Questo grazie all’installa­zione di un «monoblocco» in «acrilico sanitario», una resina speciale che rappresenta l’evolu­zione di un materiale già utilizza­to nella cantieristica navale. Non la solita «vasca con sportello» ma un concetto decisamente innova­tivo di «conversione» in cabina doccia, garantita per dieci anni. Così Rino Ruggieri, ideatore e di­rettore di MasterDoccia, ha fatto partire da Torino «una vera e pro­pria rivoluzione». Dite addio a cantieri infiniti ed eserciti di operai per casa, dimen­ticate la manutenzione semestra­le dell’impianto o delle silicona­ture e, soprattutto, non preoccu­patevi mai più che il vicino del piano di sotto possa suonare infu­riato il vostro campanello perché si è ritrovato la casa allagata a causa delle infiltrazioni. 

CORRI IN EDICOLA E ACQUISTA CRONACAQUI PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO E VEDERE LE FOTO 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo