img_big
Cronaca
Bergoglio nel Continente nero

“Il Papa nel mirino dei terroristi in Africa”. Ma non cambia programma

Il viaggio di Papa Francesco in Africa è a rischio attentato. E’ l’allerta lanciata al Vaticano dai servizi segreti francesi, che parlano di un territorio “altamente insicuro sotto il profilo della sicurezza”, con il rischio “non irrilevante” che possa verificarsi un attentato in occasione delle cerimonie in programma, in particolare quella del 29 novembre a Bangui che prevede l’apertura del Giubileo per l’Africa. Bergoglio decollerà alle 7.45 di mercoledì mattina e atterrerà a Nairobi alle ore 17 locali. Gli avvisi dell’intelligence transalpina (che a dire il vero non ha dato prova di grande efficienza in occasione dei recenti attacchi a Parigi) non riguardano solo la persona del Pontefice ma anche la possibilità che si possano verificare attentati da parte di qualche jihadista solitario tra la folla in piazza in attesa del Papa. Francesco sarà in Africa fino a lunedì 30 novembre: la visita toccherà Kenya, Uganda e Repubblica Centrafricana. “Non ci risultano elementi nuovi di preoccupazione per cui il programma continua ad essere quello previsto. Il Papa spera vivamente di portare il suo messaggio di pace”, ha commentato padre Lombardi, direttore della sala stampa vaticana.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo