img_big
Cronaca

Anna Marando, sorella di Pasquale: “Mio fratello è latitante, non è morto”

Anna Marando vive stabilmente a Milano. A San Vittore sono detenuti il figlio Domenico e il marito Saverio Agresta. La donna è ospite di alcuni parenti. Ha deciso di trasferirsi nel capoluogo lombardo per stare più vicina agli uomini della sua famiglia. A Volpiano Anna Marando torna saltuariamente, per incontrare la sorella (un’altra vive in Australia) e per «dare aria alla casa». Un’abitazione modesta in un quartiere residenziale periferico della cittadina, nulla di pretenzioso, un appartamento assolutamente anonimo.Gli uomini della sua famiglia sono stati tutti arrestati da carabinieri e Dia.«Sono rimasta sola e ho la responsabilità di tutta la mia famiglia. Hanno arrestato mio marito e mio figlio prima. Ora i miei fratelli, i nipoti e non riesco a capire perché»Riciclaggio«Noi non siamo mai stati ricchi e non lo siamo neppure ora. Mi chiedo perché ci si accanisca così contro di noi. Oggi e per cose vecchie»C’è un triplice omicidio, quello degli Stefanelli e di Mancuso«Ho sentito. Ma non c’è nessuna prova che quelle persone siano morte, non sono mai stati trovati i cadaveri. Un mio fratello sta scontando da tempo il carcere per quello. Ora anche un altro. Non solo non si è mai dimostrato che sono loro i responsabili ma neppure l’esistenza dell’omicidio»Non è mai stato dimostrata neppure la morte di suo fratello Pasquale«Una cosa la posso dire: mio fratello Pasquale è latitante da anni. Non è morto come si vuol far credere. Lo hanno anche cercato in questo blitz, forse pensavano di trovarlo in Calabria»Nel bunker costruito sotto l’abitazione di sua cognata«Non lo so. Io di mio fratello Pasquale non ho più notizie da molti anni. No so dove si trovi ora»Dicono che suo fratello Domenico gestisse i soldi di Pasquale, i famosi 20 miliardi di vecchie lire«Ma non diciamo menzogne. Ma quali soldi? Quando uno è latitante mica lascia un’eredità»Ora cosa accadrà della sua famiglia?«Io devo proteggerla. Pensi che una mia nipote si sarebbe dovuta sposare tra poche settimane e gli hanno arrestato il fratello. Hanno arrestato due giovani, Luigi e Antonio che sono poco più che ventenni e che di tutte queste cose vecchie non ne sanno nulla».Marco Bardesono – bardesono@cronacaqui.it

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo