img
News
VIA CIGNA Sulle panchine del Sempione siringhe e fazzoletti sporchi di sangue

Uno specchio per il “buco”. E i tossici invadono il parco

Le panchine piene di siringhe, involucri di plastica e fazzoletti sporchi di sangue. Mentre sulla cor­teccia di un albero campeggia uno specchietto, tenuto su con della car­ta stagnola e dello scotch. Uno spec­chio ad altezza viso che i frequenta­tori del parco Sempione non usano certo per farsi la barba. «Quello serve per bucarsi sul collo» ci racconta un residente del quartiere, a spasso con il cane. Nell’area del parco, ostaggio del degrado, le famiglie non mettono piede. C’è chi ha paura di fare brutti incontri, chi di beccare qualcuno impegnato a iniettarsi una dose in vena.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo