img_big
Rubriche Tecnologia

LA RECENSIONE – WWE 2K16 (Ps4, Ps3, Xbox One, Xbox 360)

Torna anche quest’anno lo storico franchise del wrestling curato da 2K. WWE 2K16, con il suo roster di 120 atleti, che spaziano da lottatori entrati di diritto nella Hall of Fame a stelle emergenti che hanno conquistato il cuore del pubblico punta in questa edizione ad alzare il livello, provando a creare un gioco di combattimento perfetto sotto ogni punto di vista. 

 

UN RICCO ROSTER 

Il giocatore avrà a disposizione innumerevoli lottatori: dagli eroi dei primi anni della WWE fino alle ultime star. Da Andrè The Giant a The Undertaker, da John Cena a Steve “Stone Cold” Austin. Un roster davvero completo, che comprende anche tutte le Diva, in cui mancano solo alcuni nomi storici, tra cui Rey Mysterio, che però non è escluso che vengano aggiunti in seguito. Nel computo dei wrestlers c’è anche Arnold Schwarzenegger, ai tempi di Terminator, in esclusiva per chi ha prenotato il gioco. 

 

UN GAMEPLAY PIÙ RAGIONATO E STRATEGICO

Le novità di WWE 2K16 riguardano anche il gameplay, più ragionato e lento rispetto alle precedenti edizioni, ma molto più divertente sia contro la CPU che contro un amico. Le Reversal, le contromosse, hanno un numero limitato – 4 o 5 a seconda del personaggio che si utilizza – e devono essere usate con attenzione per non essere sprecate. Sotto ogni lottatore c’è una barra della salute divisa in segmenti: ogni segmento corrisponde a una Reversal e si ricarica col tempo. 
 

La spettacolarità e la dinamicità, con questo sistema, si perdono un po’ rispetto ai primi giochi di wrestling più immediati e veloci. Ma avendo la possibilità di fare un gioco più ragionato, stavolta senza schiacciare tasti a caso, si guadagna in tattica e tecnica nonché nel risultato finale del match, molto simile a quello televisivo e decisamente più veritiero. 
 

Ed è migliorata anche la modalità multiplayer online, sebbene ogni tanto le partite si interrompano senza preavviso. Quando ci si sarà annoiati di sfidare la CPU dunque, sarà possibile cercare la gloria, sfidando videogiocatori di tutto il mondo. 

 

FARE CARRIERA CON IL PROPRIO ATLETA

E le modalità disponibili sono numerose: dai tornei allo scontro singolo, dai match storici alle rivalità, passando ovviamente per la “modalità carriera”, momento clou dell’esperienza di WWE 2K16 in single player. Con l’incredibile editor incluso, si crea il proprio giocatore e si parte dal basso fino a scalare le classifiche di federazione in federazione, con un obiettivo finale: quello di diventare campioni del mondo WWE. Ogni atleta creato ha una sua personalità: potrà essere arrogante, sbruffone e violento oppure onesto e sportivo. Il carattere del wrestler quindi andrà a influenzare il rapporto e gli scontri con gli altri atleti. Sarà anche possibile creare le proprie arene di gioco, scegliendo dettagli quali le corde del ring, le cinture degli atleti e le scene d’entrata del proprio lottatore. Questa modalità, molto divertente, terrà il giocatore impegnato a lungo. 

 

E poi c’è la modalità Showcase in cui sarà possibile ripercorrere i successi di Stone Cold Steve Austin dagli incontri con Brian Pillman negli Hollywood Blondes in WCW fino a Wrestlemania X-7 contro The Rock. Utilizzando questa modalità si sbloccheranno varie arene storiche e molti personaggi come British Bulldog, Shawn Michaels, Bret Hart per non parlare di diverse versioni di superstar presenti e innumerevoli costumi .

 

GRAFICA AD ALTO TASSO DI SPETTACOLARITÀ 

Il giudizio è positivo anche per ciò che riguarda la grafica e il suono. Tra gli aspetti vincenti di questa nuova declinazione del brano, le animazioni per i wrestlers di ultima generazione ad esempio, con espressioni facciali completamente rivisitate, e il pubblico a bordo ring curato nel minimo dettaglio dove difficilmente si troverà uno spettatore uguale ad un altro. Le mosse dei lottatori sono ad alto tasso di spettacolarità, i movimenti sono fluidi e naturali. Anche l’arbitro sembra più reale e più attivo rispetto alle passate edizioni: in WWE 2K16 sembra realmente volersi intromettere tra i due lottatori. Inoltre il commento dello show è nuovo e incalzante, impreziosito dall’arrivo di JBL – John Charles Layfield, ex wrestler e ora commentatore sportivo – ai microfoni.

WWE 2K16 è un gioco realizzato da 2K Sports per Ps4, Ps3, Xbox One e Xbox 360. La versione utilizzata per la recensione è quella per Xbox One.


I VOTI 

Gameplay 8 

Grafica 8 

Sonoro 8

Multiplayer 7,5

Longevità 9
 

Totale 8,25

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Rubriche
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo