img_big
Sport
BASKET – Serie A: Torino-Milano 85-83. I gialloblù si godono i due punti in attesa dell’arrivo del play Dyson

Impresa Manital: EA7 domata al PalaRuffini

Impresa dell’Auxilium che doma Milano a Torino nell’anticipo delle 12.30 della settima giornata di Serie A di basket. La Manital si è imposta 85-83 in un gremito PalaRuffini centrando così la sua prima vittoria tra le mura amiche dopo quattro ko consecutivi. Per l’EA7 Emporio Armani, reduce dalla sconfitta in Eurolega, in Francia (a Limoges), si tratta della seconda battuta d’arresto. A trascinare i piemontesi ci hanno pensato Dawkins (23 punti, di cui 17 nella ripresa), Miller (20 punti) e  Ivanov (17 e 9 rimbalzi). Ma è stata la prova di squadra, comunque, a fare la differenza. All’Olimpia non sono bastati i 23 punti di Mclean e i 18 di Gentile Simon (13 punti con 4/6 dall’arco) ha pagato caro i due tecnici sanzionati finendo anzitempo la partita. Meritata la vittoria dei padroni di casa. Nonostante le assenze di Ebi, DJ White e Rosselli, infatti, i gialloblù hanno condotto per lunghi tratti di partita, sfruttando la grande verve degli esterni e imbrigliando l’attacco milanese. Dopo l’ottimo inizio (3-9 al 3′) Milano ha patito la verve offensiva di Torino: un Miller come al solito poco incisivo in difesa, ma straripante in attacco, ha dominato dall’altra parte del campo, segnando 16 punti nelle prime due frazioni e trascinando l’Auxilium sul 41-40 di metà gara (massimo vantaggio interno +10). Nella ripresa la prevedibile reazione di Milano si è concretizzata con la coppia McLean-Gentile, mentre sotto canestro il bulgaro Ivanov e Mancinelli hanno tenuto a contatto Torino. Si è arrivati agli ultimi minuti in equilibrio, Dawkins ha segnato la tripla dell’81-78 con 52” da giocare, Gentile ha risposto da grande campione segnando dall’arco il canestro del pareggio con 38” sul cronometro. Il fallo subito da Ivanov con 23” ha permesso al bulgaro di segnare i due liberi del nuovo vantaggio, Gentile ha cercato di impattare ma l’errore al tiro ha ridotto al lumicino le speranze di vittoria. I tiri liberi di Miller sul fallo sistematico hanno fissato il punteggio sull’85-81 prima che McLean rendesse meno amaro il finale segnando il canestro del 85-83. Torino si gode dunque i due punti e attende l’arrivo del playmaker Jerome Dyson, ormai praticamente certo, con Miller candidato numero uno per il taglio.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo