img
Cronaca
IL CASO La società non ritira 3mila quintali di prodotto, poi fa marcia indietro

Caos per la guerra del latte. La Regione contro Lactalis

 Clima sempre più teso intor­no alla questione latte. Ieri Lac­talis, multinazionale francese che controlla i principali casei­fici industriali nazionali, ha in­terrotto il ritiro del latte nelle stalle come risposta alla prote­sta degli allevatori, che da quat­tro giorni presidiavano il ma­gazzino di distribuzione di Ospedaletto Lodigiano. Molte polemiche e, in serata, il raf­freddamento: gli agricoltori hanno rimosso il blocco e l’azienda è tornata sui suoi pas­si. Prima di arrivare a questo epilogo momentaneo, i toni si sono accesi. «È un atteggiamen­to non degno di una grande azienda che vuole investire nel nostro Paese», ha attaccato l’as ­sessore regionale Giorgio Ferre­ro. Di «violenza inaudita» ha parlato la Coldiretti.
  La situazione rimane comun­que
 tesa. Ieri il ministro de ll’Agricoltura, Maurizio Martina, ha incontrato gli indu­striali di Assolatte, mentre oggi sarà al tavolo con la grande distribuzione.

 CORRI IN EDICOLA E ACQUISTA CRONACAQUI PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO E VEDERE LE FOTO 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo