img_big
News
Le arcate del Palazzaccio trasformate in un accampamento. Indignazione tra i residenti

C’è un dormitorio davanti al duomo. Sotto i portici il bivacco dei disperati

Materassini, stracci e coperte avvolti l’uno dentro l’altro. In fila, come se i posti fossero già stati tutti assegnati. Così per tutto il porticato. Nemmeno l’a r ri v o de ll’autunno, e l’a bba ssa men to delle temperature, seppur mode­rato, ha convinto il gruppo di pakistani – che dallo scorso set­tembre dorme alle Porte Palatine ­ad abbandonare il dormitorio del Palazzaccio, oggi sede dell’Ufficio tecnico lavori pubblici del Comu­ne di Torino.
Sotto al vecchio edificio, tra l’in­differenza dei passanti, è nato un vero e proprio dormitorio a cielo aperto, terra di conquista per chi non ha più un tetto sopra la testa. Per chi non può più essere accolto nel Sermig o in altre strutture che offrono assistenza agli indigenti. Una prima denuncia era partita alla fine dell’estate quando gli stessi pakistani erano stati avvi­stati lungo la Dora, nei giardinetti di corso XI Febbraio. Intenti a dormire vicino alle panchine e a lavarsi ai toret.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo