img_big
Cronaca
Operazione della Guardia di finanza: una trentina gli imprenditori raggirati

False garanzie bancarie per 160mln euro, arrestati 5 broker

Cinque broker finanziari sono stati arrestati dagli uomini della Guardia di Finanza di Torino. Attraverso una complessa rete di società, operative in Italia e all’estero, erogavano false garanzie bancarie e fittizi aumenti del capitale di società attraverso inesistenti titoli obbligazionari o azionari. Con questo meccanismo avevano raggirato una trentina di imprenditori (ma potrebbero essere di più) per un valore complessivo di circa 160milioni di euro. Le Fiamme Gialle stanno effettuando perquisizioni tra l’Italia e la Svizzera. Le indagini sono state coordinate dalla Procura di Milano ed eseguite dal Nucleo di Polizia Tributaria di Torino. A quanto appurato, i broker offrivano strumenti finanziari a soggetti in difficoltà economiche attraverso una complessa rete di società, facenti capo alla “Mastertech New Limited”, con sede a Londra e unità operative in Svizzera e Italia. In poco meno di due anni, secondo l’accusa, avevano messo in piedi un vero e proprio gruppo criminale transnazionale, con basi operative in Inghilterra, Svizzera e nelle città italiane di Alessandria, Milano, L’Aquila e Roma. L’erogazione delle garanzie bancarie e dei titoli, in realtà mai avvenuta, veniva subordinata alla preventiva sottoscrizione da parte dei clienti di polizze fideiussurie. Una volta incassato il denaro del premio, la banda si spartiva il profitto. Un meccanismo che ha consentito ai cinque finti broker di accumulare profitti per oltre un milione di euro. Somma che è stata sottoposta a sequestro dalle Fiamme Gialle.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo