img
Sport
Juventus in crescita

Marotta traccia la strada: «Serve filotto di vittorie Dybala? Diamogli tempo»

Non è cambiato niente, è cambiato tutto. La Juventus ha ricominciato a correre in campio­nato e blindato la difesa ma nonostante sette punti nelle ultime tre giornate di serie A, con le prime due vittorie casalinghe contro Bologna e ultima l’Atalanta, si ritrova sempre 11 squadre davanti in classifica. E un solo punto rosic­chiato dal vertice della graduatoria. Perché un conto è inseguire una squadra, un altro è averne quasi una dozzina da superare. C’è traffico in serie A e l’apparente mancanza di una padrona, in un campionato orfano di una schiacciasassi, rende le operazioni di rimonta più complicate. Certo non impossibili. 
 Nessun volo pindarico, ma piccoli step. A questo deve guardare la Juventus che ora vivrà un mini ciclo di tre partite prima della nuova sosta per le nazionali. Sassuolo, Torino ed Empoli. Le prime due in quattro giorni. E si comincia col profilo basso, ma mica tanto, domani a Reggio Emilia nell’infrasettimanale, visto che col Sassuolo i bianconeri in trasferta hanno un bilancio di una vittoria e un pareg­gio.

LEGGI LA NOTIZIA COMPLETA E GUARDA LE FOTO SU CRONACAQUI OGGI IN EDICOLA 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo