img_big
News
TROFARELLO – Italiana 34enne denunciata per procurato allarme. I suoi racconti avevano fatto il giro della rete

Accusa i nomadi: “Sequestrano persone”. Ma è una bugia

Ha denunciato su Whatsapp alcuni tentativi di sequestro da parte di un gruppo di nomadi, in realtà mai avvenuti, e molti suoi amici e conoscenti hanno rilanciato la notizia su Facebook. Un’italiana di 34 anni, residente a Trofarello, nel Torinese, è stata denunciata dai carabinieri per procurato allarme. “Sono scesi da un furgone per caricarmi – aveva scritto la donna – e stasera hanno anche tentato di rubare un ragazzino”. In realtà, in pochi giorni le indagini dei militari hanno mostrato che era tutto inventato di sana pianta. Che si trattava, insomma, di una bugia. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo