img
Politica
IL DIBATTITO La riforma delle Circoscrizioni mette il Pd contro i Moderati e i presidenti

Sei o sette quartieri per Torino: ora la maggioranza scricchiola

 Il diretto interessato la racconta così: «Dopo due ore che si parlava di tutt’altro, ho lasciato la commissione, dove è rima­sta la mia collega Barbara Cervetti». Un gesto, quello del capogruppo dei Modera­ti Dario Troiano che si alza e abbandona l’ennesima riunione sulla riforma del Decentramento, che l’opposizione in Sa­la Rossa ha interpretato come l’ennesima conferma di quanto la futura mappa delle circoscrizioni stia facendo scricchiolare la maggioranza. Al punto che qualche esponente del centrodestra arriva a ipo­tizzare che in verità la riforma non si voglia fare, o comunque non in tempo per le prossime amministrative.
  Troiano ribadisce chiaramente che il suo non era un gesto di protesta contro le altre anime del centrosinistra, «solo che mi aspettavo che la discussione sarebbe en­trata nel merito di come organizzare i territori, e invece si è parlato di tutt’altro. Dopo due ore di dibattito mi sono dovuto allontanare. E comunque la presenza dei Moderati è stata garantita da Barbara Cervetti». 

LEGGI LA NOTIZIA COMPLETA E GUARDA LE FOTO SU CRONACAQUI OGGI IN EDICOLA

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo