Stroncato da malore durante la partita di calcio. Niente funerali, disposta l’autopsia

Non sarà officiato, almeno per ora, il rito funebre per Roberto D’Orlando, l’artigiano di 45 anni che domenica scorsa è morto, stroncato da un malore durante una partita di calcio a Tonengo di Mazzè, nel Torinese. Il sostituto procuratore di Ivrea, Alessandro Gallo, ha disposto, infatti, l’autopsia. L’esame verrà eseguito oggi alla Medicina Legale di Strambino. Sul caso la magistratura ha aperto un’inchiesta e indagato il medico che ha rilasciato a D’Orlando il certificato di idoneità a giocare.

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single