Morti per amianto all’Olivetti. Ecco il primo rinvio a giudizio

Primo rinvio a giudizio per il maxi processo legato alle morti per amianto negli stabili­menti Olivetti. Si tratta di Silvio Preve, 77 anni di Ivrea, ex diri­gente dell’azienda informatica eporediese.
  Lo ha deciso ieri mattina il gup Rossella Mastropietro al termine d el l’udienza preliminare. ò L’inizio del procedimento pena­le è stato fissato per il prossimo 8 gennaio. Preve, difeso dall’avvo­cato Luca Fiore, è accusato del reato di omicidio colposo. Dal 1981 al 1998 era stato dirigente responsabile del servizio centra­le di sorveglianza e della direzio­ne sicurezza industriale di Oli­vetti e la Procura di Ivrea gli contesta, in particolare, la morte di Silvio Vignita (avvenuta nel 2009) operaio dell’azienda in­formatica per quasi trent’anni. Vignita aveva lavorato come ad­detto al montaggio delle telescri­venti e degli alimentatori per calcolatrici negli stabilimenti di San Lorenzo e San Bernardo dal 1968 al 1980 e, successivamen­te, come addetto al servizio di
 sorveglianza di San Bernardo dal 1987 al 1997.

LEGGI LA NOTIZIA COMPLETA E GUARDA LE FOTO SU CRONACAQUI OGGI IN EDICOLA 

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single