img_big
Cronaca
I DATI Il rapporto dell’Arpa è aggiornato al 6 settembre

Estate 2015, è strage. Il caldo killer uccide 423 anziani in 3 mesi

 Il lavoro dell’ufficio stati­stico di Arpa continua, ma di buone notizie non ce ne saran­no. Come dopo una catastrofe, il conto delle vittime è ormai definito. Il contatore della morte si è fermato a 423: tutti anziani uccisi dal caldo killer tra il 15 maggio e il 6 settem­bre. La contabilità nera di una delle estati più roventi della storia, come certificato dalla stessa Agenzia regionale di protezione ambientale. Nella sua relazione, ad esempio, il meso di luglio è descritto con queste parole: «La differenza della mortalità osservata ri­sulta essere statisticamente significativa, registrando un incremento del 48,3%».
  Un grezzo calcolo aritmetico è sufficiente per ottenere 105 decessi in più al mese, circa tre al giorno. Ma scorrendo le tabelle sulle quali si susse­guono giorni e temperature sempre più africane si scopre molto di più.

LEGGI LA NOTIZIA COMPLETA E GUARDA LE FOTO SU CRONACAQUI OGGI IN EDICOLA 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo