img_big
Sport
Champions League: colpaccio a Manchester, iniezione di fiducia per i bianconeri

Juve, Buffon: “Abbiamo messo il primo mattoncino. Ne metteremo altri”

L’aria di Champions League fa bene alla Juventus che sbanca Manchester e tira un sospiro di sollievo dopo l’esordio disastroso in campionato (un punto in tre partite). Massimiliano Allegri incassa i complimenti. “Siamo ripartiti da cose semplici – spiega il tecnico bianconero – ordinati in campo e alla distanza bravi anche nel gioco d’attacco. Non ci siamo mai fatti prendere né dall’ansia né dalla fretta”. “Certo – ammette il tecnico della Juve – Buffon è stato bravissimo, più che straordinario. Ma l’avevo detto che ci vuole un po’ di pazienza: d’altronde questa squadra, che è cambiata tanto rispetto a un anno fa, in pratica, finora, l’ho allenata per una sola settimana”. “Questa vittoria – conclude Allegri – è un’iniezione di fiducia e ci permette di lavorare meglio per il campionato e per la Champions”. Buffon, decisivo con alcune parate prodigiose, esalta lo spirito di squadra ma anche il gioco messo in mostra dai bianconeri nella tana del City: “Abbiamo usato tutti gli ingredienti giusti – sottolinea il capitano del club bianconero e della Nazionale – attenzione, sagacia tattica, rabbia agonistica e bravura tecnica. Ed anche un briciolo di fortuna. E’ solo il primo mattoncino e non dobbiamo illuderci, ma ne metteremo altri: ce le meritiamo e ne abbiamo le possibilità. E’ una vittoria che dà tanta adrenalina, sopratutto ai giocatori più giovani. Quando si vincono partite così, in stadi importanti, le emozioni e le sensazioni che si provano fanno crescere molto più rapidamente”. Manuel Pellegrini, infine, tecnico del Manchester, si mostra campione di sportività: “Il nostro gol era chiaramente da annullare”, ammette. Ma rivendica la supremazia nel gioco del City: “Abbiamo sempre condotto la partita, ma Buffon è stato straordinario. Poi è arrivato il gol strano della Juventus. Speriamo di rifarci a Torino, ribaltando la sconfitta”. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Rubriche
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo