img
Cronaca
LA STORIA La difesa dei vigili ricorre all’aiuto di un esperto per ricostruire i fatti

Interpellato un criminologo per fare luce sul Tso mortale

A un esperto di criminologia verrà affidato il compito di ri­creare il luogo dei fatti e di ricostruire con precisione scientifica i tempi e i modi dell’intervento dei tre agenti di polizia municipale indagati per l’omicidio colposo di Andrea Soldi, il quarantacinquenne paziente psichiatrico deceduto lo scorso 5 agosto durante un tragico tentativo di ricovero for­zato. A deciderlo è stato il lega­le dei vigili urbani, l’avvocato Stefano Castrale, che nei giorni scorsi ha nominato un consu­lente tecnico di parte e affidato così l’incarico peritale.
  Non si sa ancora quando l’espe ­rimento scientifico verrà ese­guito, né si sa dove verrà svolto. Quel che si sa, al momento, è che l’esperto non si recherà in piazza Umbria e non utilizzerà la panchina dei giardinetti sul­la quale era solito sedersi Soldi e sulla quale il quarantacin­quenne aveva atteso lo scorso agosto l’arrivo degli agenti e del
 medico psichiatra (a sua volta indagato per omicidio colpo­so). La scena in cui si sono svolti i fatti verrà infatti ricreata altrove, e altrove verrà pure ri­costruita la ormai famosa pan­china. Dopo aver ricreato tale e quale l’ambiente, il consulente tecnico nominato dalla difesa dovrà quindi stabilire in che maniera i tre vigili urbani si sarebbero avvicinati al pazien­te e in che modo lo avrebbero trasportato sull’ambulanza. 

LEGGI LA NOTIZIA COMPLETA E GUARDA LE FOTO SU CRONACAQUI OGGI IN EDICOLA 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo