img_big
News
Operazione della Guardia di Finanza di Bra tra le province di Cuneo e Torino

Fatture false per oltre tre milioni: scattano le denunce

Gli uomini della Guardia di Finanza di Bra, al termine di verifica fiscale eseguita nei confronti di una società di capitali operante nel comparto meccanico, attiva tra le province di Cuneo e Torino, ha scoperto un’evasione fiscale di oltre 3 milioni di euro, resa possibile attraverso false fatture. L’evasione, secondo quanto accertato dalle Fiamme Guialle, sarebbe stata attuata attraverso l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, individuate nel corso di una precedente verifica lo scorso anno a margine delle indagini finanziarie eseguite sulla documentazione bancaria di una ditta artigianale, evasore totale, che, anche dopo la cessazione formale della propria attività, aveva continuato ad emettere fatture per forniture, mai avvenute, nei confronti della società controllata alla quale poi restituiva in contanti o tramite assegni o bonifici, circa il 90% dei compensi ricevuti, prelevandoli dai propri conti. Il contribuente verificato è stato denunciato alla Procura di Asti, per l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, relative ai numerosi rapporti commerciali, fittiziamente intrattenuti con l’artigiano. Per il reato di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o documenti per operazioni inesistenti è stato disposto il sequestro delle fatture ed indagato il legale rappresentante dell’impresa utilizzatrice insieme a uno dei soci della medesima coinvolto nella vicenda. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo