img
Sport
GRANATA Una sola vittoria alle 12 e 30. Ma il Bentegodi porta bene

Toro, il pranzo è indigesto. Ventura può sfatare il tabù

Da una parte, un nuovo tabù da sfatare; dall’altra, una tradi­zione favorevole da confermare. Il Toro di Giampiero Ventura si prepara per la trasferta di Verona tra i vecchi incubi dei lunch­match e gli ultimi precedenti al Bentegodi che fanno sognare. Domenica, nessuno penserà alle statistiche e ai numeri perché c’è un nuovo capitolo di Hellas Ve­rona- Torino da scrivere, ma i dati che emergono dalle ultime sfide dei granata sono molto in­teressanti.
  Dalla stagione 2012/2013 ad og­gi, i granata di Ventura sono scesi in campo alle 12.30 per dieci volte: cinque le sconfitte, quattro i pareggi e soltanto una vittoria. L’unica gioia è arrivata contro il Siena, che al termine di quell’anno sarebbe retrocesso in serie B. Merito di Brighi, Bian­chi e Cerci, autori delle reti gra­nata, ma anche e soprattutto di Alessandro Rosina: il primo ca­pitano dell’era Cairo, sotto la Maratona e all’ultimo minuto, calciò fuori il rigore che avrebbe
 potuto regalare un punto ai bian­coneri. Nella stessa stagione, i granata collezionarono appena due pareggi nelle sfide contro la Sampdoria, a Marassi, e contro il Palermo, tra le mura amiche dell’Olimpico. Il 2012/2013, dal punto di vista delle statistiche, andò ancora peggio. In quattro lunch-match, il Toro ne perse addirittura tre.

LEGGI LA NOTIZIA COMPLETA E GUARDA LE FOTO SU CRONACAQUI OGGI IN EDICOLA 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo