img_big
Cronaca

Uccise la moglie a bastonate. Preso l’uxoricida evaso a Ferragosto

Lucan Valcelian, il 29enne di origine romena evaso il giorno di ferragosto dall’ex Opg di Castiglione delle Stiviere dove era ricoverato per aver ucciso a bastonate la moglie, è stato catturato oggi pomeriggio nella sua abitazione di Calan, in Romania. A darne notizia la squadra investigativa dei carabinieri di Mantova che ha agito di concerto l’Interpol. L’evaso si troverebbe in carcere, trattenuto dalle dalle autorità romene, in attesa dell’estradizione. L’uomo era ricoverato a Castiglione dal febbraio scorso, da quando era stato arrestato per l’omicidio della moglie Magda, uccisa a bastonate davanti ai figli della coppia, in una ex fabbrica di Moncalieri (Torino). Dopo l’omicidio, era fuggito nudo a bordo di un bus, ma era stato ritrovato dai carabinieri solo 24 ore dopo e aveva ammesso l’uxoricidio. Valcelian era ricoverato nella struttura di Castiglione perché affetto da problemi psichiatrici gravi. In una nota, la direzione dell’azienda Carlo Poma di Mantova, da cui dipende la struttura castiglionese, assicura d’aver già adottato una serie di misure per aumentare la sicurezza ma denuncia anche il grado di saturazione della struttura, che potrebbe aver inciso sull’evasione dell’omicida. “L’allontanamento di Valcelian – commentano i vertici del Poma – potrebbe dipendere dal grave disagio attualmente vissuto all’interno della struttura aloisiana che ha in carico oltre 260 pazienti, rispetto ai 160 previsti, di cui oltre un centinaio provengono da regioni ancora sprovviste delle Rems. Si segnala infatti che, con gli ingressi degli ultimi mesi, la struttura di Castiglione si trova in una condizione di notevole sovraffollamento”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo