img_big
News
Lo ha disposto la Corte di Appello di Torino in attesa di riunirsi il 25 agosto

Scarcerato avvocato algerino fermato al confine: avrà obbligo di dimora ad Aosta

La Corte d’Appello di Torino ha convalidato l’arresto di Rachid Mesli, l’avvocato algerino attivista per i diritti umani, fermato mercoledì sera al confine italo svizzero, su cui pende un mandato di cattura internazionale del governo algerino, che lo accusa di terrorismo. La Corte ha comunque disposto la scarcerazione e l’obbligo di dimora ad Aosta, in attesa di riunirsi il prossimo 25 agosto, quando dall’Algeria potrebbe arrivare la richiesta di estradizione. Mesli si e’ rifugiato in Svizzera, dopo che nel suo Paese era stato condannato per aver difeso i carcerati islamisti vittime di torture.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo