News

Telefonini in cella, terzo caso in pochi giorni

Un telefonino perfettamente funzionante è stato trovato nella cella di un detenuto romeno nel carcere di Torino. Si tratta del terzo caso all’interno del penitenziario dopo i due apparecchi rinvenuti dalla polizia penitenziaria la scorsa settimana. Basterebbe – dichiara Donato Capece, segretario generale del Sappe, sindacato di polizia penitenziaria – per risolvere il problema. Ad esempio, si potrebbero schermare le carceri da tutti gli impianti destinati alla comunicazione con l’esterno.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo