img_big
News

Pensionato morì inciampando in una buca, chiesto il processo per sei persone

La procura di Torino ha chiesto sei rinvii a giudizio per omicidio colposo per la morte di un pensionato di 76 anni che era deceduto dopo essere inciampato in una buca e aver battuto la testa sull’asfalto. I pm Raffaele Guariniello e Francesco La Rosa hanno chiesto il processo per tre dirigenti comunali e tre dirigenti della Smat, societa’ che gestisce le acque comunali. Il 6 maggio 2013 Ezio Fogli era caduto mentre attraversava la strada in via Ormea angolo corso Vittorio Emanuele. Secondo gli accertamenti della Procura l’anziano era inciampato in una buca lunga 110 centimetri, profonda 4 e larga 30 cm che si trova proprio intorno a un tombino vicino al passaggio pedonale. I magistrati ritengono i sei dirigenti responsabili di non aver effettuato alcun controllo del sedime stradale in quel punto, dove l’asfalto presentava diverse irregolarita’, avvallamenti e buche e di non aver fatto alcun intervento di manutenzione ordinaria quando invece sarebbe stato necessario un “rifacimento radicale” della pavimentazione.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo