News

Aggredita e violentata in strada, il fidanzato pestato dal branco

Aggredita alle prime luci dell’alba, spogliata e violentata in strada dal branco. L’ennesima violenza nel quartiere di San Salvario si è consumata poco prima delle sei di ieri mattina in via Madama Cristina.
Vittime una donna peruviana di 43 anni e il suo fidanzato di otto anni più giovane, accorso per soccorrere la donna, ma picchiato anche lui e poi sequestrato dal gruppo di aggressori. L’uomo è stato lasciato libero solo all’arrivo delle volanti della polizia, quando i malviventi hanno udito in lontananza le sirene spiegate delle “pantere”. Accurate indagini, per definire il contorno della vicenda, sono ancora in corso, anche se la violenza sessuale è stata accertata al di là di ogni più ragionevole dubbio.
La vittima, Isabel H.V., è stata trovata seminuda, a terra, con vistose ecchimosi su tutto il corpo: «Erano in sei – avrebbe dichiarato agli agenti -, credo fossero tutti miei connazionali. Mi hanno circondata». Sarebbe stata stata bloccata alle spalle da due uomini, mentre gli altri infierivano su di lei: schiaffi e pugni. «Mi hanno strappato i vestiti», poi Isabel è stata costretta a sdraiarsi sul selciato mentre gli aggressori usavano violenza su di lei. Violenza che non si sarebbe conclusa con lo stupro per l’arrivo del fidanzato che per liberarla avrebbe ingaggiato un violento corpo a corpo con i malviventi, ovviamente avendone la peggio.
Tanto è bastato perché la donna si allontanasse di qualche decina di metri, così da poter chiamare il 113 e dare l’allarme. Rapido l’arrivo degli uomini della questura, ma i sei sono riusciti a fuggire prima di essere fermati dai poliziotti.
I due feriti sono stati soccorsi e a bordo di due ambulanze del 118 sono stati portati agli ospedali Sant’Anna e Molinette (entrambi sono stati dimessi già nel pomeriggio di ieri).
La polizia ha ritenuto opportuno acquisire i filmati registrati di due telecamere di sorveglianza della zona che avrebbero ripreso le violenze in strada. Dai video si confida di risalire all’identificazione di almeno due dei componenti del commando. Entrambe le vittime sono state interrogate e, benché ancora sotto shock, avrebbero fornito elementi utili alle indagini.
Resta da capire perché, alle sei del mattino la donna si trovasse in via Madama Cristina (forse vittima di un tranello) e quali fossero i rapporti tra il gruppo di peruviani, verosimilmente tutti ubriachi (infatti sul posto sono state trovate numerose bottiglie di birra), e le due vittime della brutale aggressione.
bardesono@cronacaqui.it

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo