img_big
News

Thyssen, il processo è da rifare: la rabbia dei famigliari

ThyssenKrupp, ci sarà un nuovo processo d’appello a Tori­no. Nella tarda serata di ieri, po­co prima di mezzanotte e al ter­mine di una lunga camera di con­siglio, le sezioni unite penali del­la Suprema Corte di Cassazione hanno infatti annullato con rin­vio le condanne ai manager im­putati per il rogo scoppiato all’interno dello stabilimento di corso Regina Margherita. In q u e ll ‘ incendio, avvenuto nella notte tra il 5 e il 6 dicembre del 2007, persero la vita i sette operai che in quei tragici istanti si trova­vano al lavoro lungo la linea 5. «È una vergogna», è stato il primo commento dei familiari delle vit­time, «adesso speriamo soltanto che le pene vengano aumentate». La sensazione, invece, è che le pene inflitte in appello dai giudi­ci torinesi siano state ritenute troppo alte dagli Ermellini e deb­bano pertanto essere riviste e di­minuite.

Tutti i particolari su ConacaQui in edicola 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo