img
Cronaca

Petrachi: «Sarà futuro solido e sereno»

«Il Toro non è allo sbando», garantisce Gianluca Petrachi. Il direttore sportivo granata ha ben in mente i programmi futuri della squadra sia in ca­so di promozione sia di serie B e chiarisce: «Cairo è pronto a ricapitalizzare in caso di ne­cessità », scongiurando possi­bili smobilitazioni e ipotesi di un altro fallimento econo­mico oltre che sportivo.PIANI “A” E “B”Petrachi risponde così a chi in questi giorni accusa la società di via Arcivescovado di scar­sa (o inesistente) programma­zione, mettendo in chiaro al­cuni punti: «Del mio rinnovo si è parlato poco, ma è un segnale per il presente e per il futuro. E poi io non ho firmato in bianco, ma a fronte di ga­ranzie ricevute dal presidente Cairo e senza pistole puntate contro. Vorrà dire qualcosa, no?», spiega il ds del Toro. Da qui l’ammissione: «Abbiamo un programma sia in caso di serie B che di serie A, ma non possiamo parlarne ora, visto che si tratta di due scenari molto diversi tra loro», le pa­role del dirigente pugliese.SOTTO ESAMELa questione nasce soprattut­to in seguito alla ormai quasi certa partenza del dottor Ste­sina verso la Juve: «Se così sarà, lo ringrazieremo per quanto fatto e lo sostituiremo con un professionista all’al­tezza delle sue qualità», spie­ga Petrachi. Che poi aggiunge: «Avere dirigenti e staff in sca­denza di contratto ora come ora, per me, è solo un vantag­gio: al termine del campiona­to potrò fare le mie valutazio­ni per i giocatori così come per i dirigenti e potrò sostitui­re e rinforzare la società se­condo le mie idee che, come quelle di Cairo, sono chiaris­sime e condivise». L’unità di intenti è più volte ribadita dall’ex dirigente del Pisa: «Lo dimostreremo in sede di pro­grammazione », è la sua pro­messa.QUESTIONE DI TEMPOIl ds tuttavia chiede sostan­zialmente tempo e serenità, almeno fino al termine dei playoff promozione: «Anche perché fino ad allora non comprerò nessuno, né saprete di eventuali rinnovi. Per esempio, Giacomo Ferri po­trebbe già aver rinnovato il suo contratto e magari non l’abbiamo comunicato. Lo ri­peto: finché il campionato non sarà finito – precisa Petra­chi -, resteremo solo concen­trati sui playoff. Tutte le altre questioni, dall’allenatore allo staff tecnico, medico e diri­genziale, non sono problemi che mi riguardano, non ora». Tra le parole del direttore sportivo si intravedono con­cetti non nuovi, almeno in casa Toro, ma lo stesso diri­gente si difende: «Non posso rispondere del passato e di quel che è stato fatto fino al mio arrivo. Io voglio vivere il presente e ottimizzarlo per dare al Toro un futuro solido e sereno».Andrea Scappazzoni

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo