News

Morti d’amianto alle ex Ferriere: 4 condanne

Con quattro condanne, la più alta delle quali a 3 anni e 6 mesi di reclusione, si è chiuso oggi a Torino il processo per i casi di morti e malattie provocate dell’amianto (14 secondo l’accusa) fra i lavoratori degli stabilimenti delle storiche Ferriere di Torino.
Gli stabilimenti, nel corso degli anni, passarono di mano varie volte: dalla Fiat alla Teksid, dagli Acciai Inox alla Deltasider. Ma fra i tre responsabili civili, solo Fintecna (società legata alle vecchie Partecipazioni statali), dovrà corrispondere degli indennizzi: Fiat e Teksid sono state scagionate. Il giudice Cristina Domaneschi ha accordato risarcimenti alla Fiom Cgil, all’Inail, a Medicina Democratica e all’associazione italiana esposti amianto. Le famiglie degli operai erano già state indennizzate in precedenza.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo