News

Lite per eredità milionaria, ma i testamenti sono falsi

Due famiglie rivendicavano il patrimonio milionario di un’anziana deceduta nel 2011 senza eredi, ma tutti e due i testamenti erano falsi. La storia arriva da Torino dove oggi il gup Elisabetta Chinaglia ha rinviato a giudizio una coppia di coniugi, amici di famiglia dell’aziana, e aperto il giudizio abbreviato per il cognato della pensionata. Le accuse sono di falso e truffa. Secondo quanto ricostruito dal pm Sara Panelli alla morte della donna avevano avuto la stessa idea: scrivere loro il testamento. Peccato che poi abbiano iniziato a litigare. Il caso è venuto alla luce quando tutti hanno provato a rivendicare la veridicità del proprio testamento davanti al giudice civile che, insospettito, ha tirato in ballo la procura. I magistrati hanno accertato che entrambi i testi erano fasulli. Il patrimonio dell’anziana faceva gola a tutti: sei immobili, circa 600mila sul conto e un paio di cassette di sicurezza.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo