img_big
News

Giamaica, la caccia al boss diventa guerra civile: 60 morti (video degli scontri)

La caccia al bossdella droga diventa guerra civilee la Giamaica sprofonda nel caos. Nella capitale Kingston si sparaper strada, e molte persone sono rimaste uccise. Il bilancio delle vittime è salito a sessanta, alcune decine i feriti, più di duecento gli arresti. Oggi, per ilquarto giorno consecutivo, centinaia di poliziotti e militari dell’esercito giamaicano hanno dato vita ad una vera e propria caccia all’uomo. Si cerca il boss della droga Cristopher «Dudus» Coke, protetto dai suoi uomini che hanno eretto barricate in tutta Tivoli Gardenes, l’area del “West Kingston” controllata dalle gang del narcotrafficante.La questione che ha incendiato la Giamaica riguarda l’estradizione in Usa del boss, considerato da Washington come uno dei trafficanti di droga più pericolosi del mondo. Ma Dudus non commercia solo stupefacenti. Vende anche armi, molte delle quali sono nelle mani dei suoi.Il Dipartimento di Stato Usa ha poco fa rinnovato il ‘warning’ indirizzato ieri ai cittadini americani, affinchè evitino di viaggiare nell’isola, di fronte «all’escalation di violenza, spari e rivolte» nella capitale giamaicana. La situazione sarà esaminata in Parlamento, dove nelle prossime ore è atteso un intervento del premier Bruce Golding, che domenica ha decretato per un mese lo stato d’emergenza a Kingston. Fonti dell’ambasciata Usa hanno smentito che ci siano dei contatti con i legali di Coke per trattare le condizioni sulla sua estradizione a Washington.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo