img_big
News

Sgozza l’amico che lo rimprovera per un tozzo di pane con la Nutella

E’ bastato un rimprovero e lui, Costel Ciprian Prihoanca, si è sentito umiliato, offeso. Ha im­pugnato il coltello da cucina con il quale aveva tagliato a metà una biova del giorno pri­ma e si è avventato contro l’amico. Una furia omicida che si è placata soltanto dopo 55 coltellate al collo e al petto del­la vittima, Michael Capello, 22 anni, letteralmente sgozzato e lasciato cadavere sul pavimen­to del suo appartamento. 

Mercoledì, nel corso della prima udienza del processo che lo ve­de imputato con l’accusa di omicidio volontario, il legale del giovane romeno omicida ha chiesto una perizia psichia­trica per il suo cliente, ma il giudice non l’ha concessa. La vicenda risale all’11 dicembre scorso quando Ciprian Prioan­ca chiese all’amico d’essere ospitato a casa sua a Caselle, così come già era accaduto al­tre volte. Nella notte la tragedia.

L’articolo completo di Marco Bardesono su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo