img_big
News

ANZIANO DI 72 ANNI SBRANATO DALLE SUE TIGRI AL BIOPARCO DI PINEROLO CHIUSO DA ANNI

Sbranato da tre tigri sotto gli occhi della moglie. E’ la terribile fine di un anziano di 72 anni, Mauro Laggiard, all’interno dell’ex parco ornitologico Martinat nel Pinerolese. L’uomo, questa sera, è entrato nella sezione del recinto dove viene dato il cibo alle tigri, quando è stato improvvisamente aggredito da una delle belve che gli ha azzannato un braccio, poi anche altre tigri si sono avventate su di lui, uccidendolo.
La moglie, che ha assistito alla terribile scena, è riuscita in qualche modo a far tornare le fiere in gabbia, prima di riuscire a dare l’allarme ai carabinieri e al 118. Il corpo dell’uomo è al momento ancora dentro la gabbia, in quanto nessuno può avvicinarsi fino a che la situazione non sarà considerata “in sicurezza”.
Il parco Martinat è chiuso da circa quattro anni, ma i titolari avevano accettato di ospitare i felini, di proprietà di Laggiard e sua moglie, che un tempo le tenevano nella loro villa di Roletto, fino a che non hanno più potuto occuparsene. Anziani, e in difficoltà economiche, avevano grossi problemi a badare ancora alle bestie, tanto che il pensionato era stato aggredito più volte, anche se in maniera non grave.
Della situazione si erano interessati anche i sindaci di Pinerolo e San Pietro Val Lemina, dove si trova la struttura, che avevano cercato una soluzione per le nove tigri (poco tempo fa erano nati cinque cuccioli). Di recente lo zoo safari di Murazzano aveva accettato di occuparsene. Al momento il destino delle tigri è affidato alla magistratura, che dovrà valutare se abbatterle.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo