img_big
News

A rischio 15mila posti di lavoro e non ci sono soldi per la cassa

La crisi richiede una terapia d’urto, altrimenti il rischio è che anche il 2014 sia un an­no di difficoltà per l’industria torinese, con la possibilità di sacrificare altri 15mila posti di lavoro. «Le imprese torine­si – ha sottolineato Mattioli ­non pensano che la crisi fini­rà se non ci saranno inter­venti europei di politica mo­netaria e misure a sostegno della ripresa dei consumi».

Sale la tensione negli uffici della Regione preposti all’erogazione della cassa in­tegrazione in deroga per i la­voratori. «Abbiamo dovuto rafforzare le misure di sicu­rezza e aumentare il numero delle guardie». E il Governo ha riservato un’altra amara sorpresa: il miliardo di euro annunciato e destinato a co­prire le richieste da tutta Ita­lia è stato dimezzato.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo