img_big
News

Tragica beffa del barone Eternit: 1.500 vitime senza risarcimento

La morte del barone belga Louis De Cartier, deceduto la scorsa settimana all’età di 92 anni, mette fuori gioco le par­ti civili del processo Eternit.

Millecinquecento vittime dell’amianto rischiano infatti di dover dire addio a un even­tuale risarcimento. A lanciare l’allarme è Bruno Pesce, ex lavoratore nello stabilimento di Casale Monferrato e oggi portavoce dell’Associazione vittime dell’amianto Afeva

Lo scorso 13 marzo il procu­ratore Raffaele Guariniello aveva chiesta una condanna a vent’anni di reclusione per i vertici della multinazionale dell’amianto, il miliardario svizzero Stephan Schmidhei­ny e il barone belga Louis De Cartier: la stessa pena era stata richiesta al termine del­la requisitoria pronunciata in primo grado, poi arrivò una condanna a 16 anni per en­trambi gli imputati.

Leggi l’articolo completo su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo