img_big
Rubriche Musica

Artisti a KmZero, collaborazione tra Radio EmerGeNti Evolution, Wall Records e Radio M**Bun

L’idea di Francesco Bianco, creatore di M**Bun, l’agriamburgheria torinese, di riportare la musica nella sede di via Rattazzi 4, riportare perché fu la sede della storica Libreria Campus, è stata accolta molto volentieri da un corposo gruppo di web radio, ma anche società e associazioni torinesi. Dettagli tecnici a parte, nel piano inferiore della sede di via Rattazzi 4, è stato realizzato un vero e proprio studio radiofonico, con annessa area per poter far esibire musicisti emergenti.

Radio EmerGeNti EvolutioN e la Wall Records, edizioni librarie e discografiche torinese, hanno aderito al progetto e produrranno un programma live, in diretta su tutte le radio aderenti al progetto, ma anche disponibile in podcast, dove Pierpaolo Bonante e Simone Dotto, proprio di Radio EmerGeNti EvolutioN, eseguiranno delle interviste “cliniche”, come loro amano definire. Non la semplice e banale intervista, ma una miscellanea di sarcasmo, sadismo e provocazione, nei confronti degli intervistati. “…Insomma, gli Artisti a KmZero (n.d.r.: così si chiama il programma) dovranno spiegarci perché dovremmo spendere dei soldi per acquistare un loro brano…”, dice Pierpaolo Bonante, “…ma anche sapere perché hanno scelto quel taglio di capelli… orripilante…”, sottolinea Simone Dotto. Non solo spazio alla musica quindi, ma una chirurgica dissezione della vita quotidiana dei musicisti. Nella prima puntata, del 6 maggio alle ore 21:00, verranno sezionati, in una vera e propria autopsia, i componenti della band torinese Kinkade; giovanissimi ma con una verve da veri professionisti del rock. Partners e collaborazioni artistiche del progetto di M**Bun: Zipnews, _resetfestival, Urban The Best, Associazione Nazionale Museo del Cinema, Elec-To Radio, Sonikawebradio, Wall Records, Radio Gibson e Radio EmerGeNti EvolutioN.

 

Nella Foto: Francesco Bianco, creatore di M**Bun e Ezio Baldi, papà di Radio EmerGeNti EvolutioN.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo