img_big
News

Una nuova casa per la Sindone: esami continui per il Sacro Lino

I lavori per il disallesti­mento della sacrestia provvi­soria del Duomo inizieranno e si concluderanno entro la fine dell’anno. Così la Sindo­ne avrà anche una nuova “casa”, un locale tecnologico per gli interventi di verifica e le ricerche dove verrebbe portata almeno due volte l’anno, come previsto dagli accordi presi dopo l’ultima Ostensione pubblica del 2010.

  La «salvaguardia» della Sin­done è l’obiettivo principale del protocollo d’intesa fir­mato dall’arcivescovo Cesa­re Nosiglia e dal direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici, Mario Turet­ta. «La decisione segue un preciso accordo sottoscritto autorevolmente dalla Dioce­si e dalla Sovrintendenza e confermato negli anni scorsi, in cui ci si impegnava a pro­cedere a tale rimozione una volta completata l’Ostensio­ne del 2010» ha spiegato l’ar­civescovo, spiegando che la firma del protocollo e l’ini­zio dei lavori prescindono dalla ripresa del cantiere nella Cappella del Guarini, che potrebbe vedere smonta­ti i ponteggi esterni fra circa un anno.

Leggi l’articolo completo su CronacaQui in edicol

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo