PERICOLOSITA’ DEL TORRENTE MALONE

“Abbiamo ricevuto – afferma il consigliere dei Moderati Davide Pitton – segnalazioni di cittadini brandizzesi allarmati per lo stato in cui versa l’alveo del torrente Malone, che risulta notevolmente ridotto a causa della presenza di sempre maggiori isolotti coperti di alberi e vegetazione spontanea, con conseguente rischio di forte esondazione in caso di piena.
Abbiamo verificato che è pervenuta all’amministrazione comunale a fine 2009 una lettera datata 10 dicembre 2009 proveniente dall’A.I.Po, Agenzia Interregionale per il Fiume Po, Ufficio di Torino, indirizzata alla Prefettura, al comune di Brandizzo e a privati.
In detta lettera ad oggetto: “Segnalazione di pericolo del Torrente Malone” si fa riferimento a segnalazioni relative a criticità verificatesi sul territorio comunale e a successivo sopralluogo condotto dal personale tecnico dell’Ufficio di Torino dell’A.I.Po”.
Il capogruppo dei Moderati per Brandizzo, gruppo di opposizione, Giuseppe Deluca: “Abbiamo appurato che nel programma triennale opere pubbliche 2010 – 2012 dell’amministrazione A.I.Po è stato previsto lo stanziamento di € 1.500.259,55 per opere di sistemazione idraulica del nodo Brandizzo – Chivasso nella zona di confluenza Malone – Orco – Po e che detto stanziamento si riferisce agli anni di finanziamento 1999-2000.
Siamo preoccupati per tale situazione di pericolo che perdura da parecchio tempo senza che sia stato fatto intervento alcuno.
Al primo cittadino e all’assessore competente abbiamo chiesto informazioni in merito alle opere di sistemazione idraulica del nodo Brandizzo – Chivasso nella zona di confluenza Malone – Orco – Po previste dall’A.I.Po, Agenzia Interregionale per il Fiume Po e le motivazioni per cui ad oggi non è stato fatto alcun intervento per garantire la tutela della sicurezza pubblica”.

 

loop-single