News

Processo Thyssen, un imputato si commuove: “Non c’è giorno in cui non pensi a quella notte”

Entra nel vivo il processo d’appello Thyssen, la cui sentenza è attesa trapochi giorni. E l’udienza di stamane si apre con le dichiarazioni spontanee di Cosimo Cafueri, responsabile della sicurezza dello stabilimento Thyssenkrupp di Torino che, nell’aula del palazzo di giustizia in cui è processato per omicidio colposo, ha letto un documento. “Non c’è giorno in cui non pensi a quella notte – ha detto, commuovendosi – Io li conoscevo tutti. E con molti di loro avevo un rapporto che andava al di là dell’essere colleghi”. “Rocco Marzo – ha detto Cafueri – era un mio amico. Per Rodinò avevo preparato una lettera di raccomandazione destinata a un mio conoscente che cercava personale per una ditta di Avigliana”.

Tutti i particolarisu CronacaQui in edicola il 19 febbraio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo