img_big
News

Cancellati 30mila posti di lavoro. Boom di disoccupati: sono 182mila

Resta in sofferenza il mercato del lavoro in Piemonte, che sembra destinato a chiudere il 2012 con la perdita di almeno 30mila posti e un aumento delle persone in cerca di occupazione di circa 20 punti percentuali. In base agli ultimi dati Istat disponibili, nel terzo trimestre la disoccupazione si è mantenuta intorno a quota 9 per cento, con un leggero miglioramento dal secondo al terzo periodo nel passaggio dal 9,2% di giugno all’8,6% di settembre, ma con il primato della punta massima toccata tra le regioni del Nord Italia. In totale, i disoccupati piemontesi sono passati dai 151mila del 2011 ai 182mila dell’anno appena concluso.
Il fatto che la disoccupazione abbia subito un assestamento nel periodo estivo è il risultato di un bilanciamento tra la forte caduta degli addetti dell’industria manifatturiera, calati di circa 27mila unità, e l’espansione dell’area commerciale e turistica, cresciuta di 27mila addetti, anche se con una contrapposizione tra il dato maschile (-9mila unità) e quello femminile (+7mila).

Il servizio completo su Cronaca Qui in edicola oggi 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo