img_big
Spettacolo

Ambra: è lei l’attrice più amata dagli italiani

E’ Ambra Angiolini l’attrice più amata dagli italiani. Lo rivela, non solo il sondaggio sul cinema di TgCom, ma anche l’alto gradimento di pubblico e critica che l’attrice romana raggiunge pellicola dopo pellicola.

“Saturno Contro” di Ozpetek consacra la sua carriera cinematografica in continua ascesa. Infatti, è corteggiata e poi diretta da Cristina Comencini, Luciano Melchionna, Marco Bellocchio, Max Croci, Paolo Genovese, Ficarra e Picone, Emidio Greco e Massimiliano Bruno (per citarne solo alcuni).

Considerevole madrina del trentesimo Torino Film Festival (sua la classe e l’eleganza della serata finale), Ambra è indubbiamente l’attrice più richiesta dal cinema italiano.

Versatile e talentuosa, dopo la meritata affermazione della sua Susanna Spagnolo in “Viva L’Italia” di Massimiliano Bruno e di Vilma in “Ci vediamo a casa” di Ponzi, dal 3 gennaio sarà nuovamente protagonista sul grande schermo con “Mai Stati Uniti”, la commedia firmata dai fratelli Vanzina che annovera nel cast anche Vincenzo Salemme, Ricky Memphis e Anna Foglietta. La pellicola (ancora in fase di montaggio e non disponibile ai media) ha già suscitato interesse e curiosità, tanto da portare “il” critico di un noto quotidiano a scriverne in modo astratto, meschino e confusionario senza averla visionata. Non sono mancate le ire dei lettori e del suo direttore.

Ambra, madrina di “Save the Children” e “guest” di “Ferite a morte” (progetto teatrale contro il femminicidio della Dandini), ha appena terminato le riprese di “Amore mi porti sfortuna” (titolo provvisorio) al fianco di Enrico Brignano e tra qualche settimana partirà con il tour teatrale di ” Ti ricordi di me?” al fianco di Edoardo Leo.

Ti ricordi di me è la storia di un rocambolesco incontro tra una narcolettica e un cleptomane. Beatrice, maestra elementare, e Roberto, aspirante scrittore di favole, si conoscono per caso sotto al portone della loro psicologa. Sono due personaggi al limite della normalità, intrisi di nevrosi e fissazioni e possessori di una buffa visione del mondo. Tra colpi di sonno improvvisi e furtarelli nei grandi magazzini, Roberto si innamora di Beatrice e decide che quella è la donna della sua vita. Da questo momento inizia una storia d’amore fatta di scontri, malintesi, amnesie e coraggio che li porterà a trovare il giusto equilibrio. Questo spettacolo racconta la storia di due deboli e coraggiosi ragazzi, che per varie sfortune e casualità si ritrovano ad avere una vita difficile. Sono due che non mollano mai e cercano di sfruttare al meglio quello che la vita gli ha offerto. Si perderanno più volte ma alla fine il destino farà in modo di farli sempre incontrare.

Lo spettacolo, scritto da Massimiliano Bruno e diretto da Sergio Zecca, arriva dopo le grandi prove attoriali della Angiolini ne “I Menecmi”, “La Duchessa d’Amalfi”, “Emozioni”, “La misteriosa scomparsa di W” e “I pugni in tasca” di Bellocchio.

Le FOTO al Torino Film Festival sono di VALENTINO CROVARA (Trucco: SIMONE BELLI)

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo